Territorio, Ambiente e Sicurezza

Siti tematici


Per approfondire

Per informazioni


Home > Territorio, Ambiente e Sicurezza > Assetto del Territorio e Ambiente

Urbanistica

AVVISO IMPORTANTE

 

PARCO ALPI APUANE: RIPRISTINATI I VECCHI CONFINI in attesa della variante al Piano stralcio per il Parco

Con l'approvazione della Legge Regionale n. 56 del 6/10/2017, " Disposizioni transitorie per il piano del Parco delle Alpi Apuane", pubblicata sul BURT n. 42 del 11/10/2017, sono stati modificati temporaneamente, in attesa della variante, i confini del Parco Alpi Apuane e delle relative aree contigue, dettati dal Piano stralcio approvato con la delibera n. 21 del 30/11/2016 che erano entrati in vigore dal 1/07/2017.

In particolare per quanto riguarda il Comune di Borgo a Mozzano è stato ripristinato il vecchio perimetro della L.R. 81/1998 che limitava l'area contigua in corrispondenza del confine comunale con Fabbriche di Vergemoli, secondo la planimetria allegata alla L.R. 56/2017. In virtù di quanto sopra pertanto

 
I territori di San Romano e Motrone sono stati nuovamente ESCLUSI dall’AREA CONTIGUA ( vedi mappa)

venendo meno di conseguenza anche gli obblighi di carattere urbanistico-edilizio che l'inserimento in tale area veva fatto sorgere.

 

IN FASE DI REDAZIONE IL PIANO STRUTTURALE INTERCOMUNALE

Il Comune di Borgo a Mozzano, congiuntamente ai comuni appartenenti all’Unione  dei Comuni della Media Valle e per mezzo della stessa quale Ente delegato, sta procedendo alla redazione del nuovo Piano Strutturale Intercomunale che andrà a sostituire il vigente strumento di pianificazione territoriale approvato nel maggio del 2007.

Ai fini della redazione del nuovo Piano è stato costituito un apposito Ufficio con sede presso i locali dell’Unione dei Comuni all’interno del quale ogni Comune ha messo a disposizione un tecnico in dotazione nel proprio personale.

Il nuovo “Atto di governo del territorio”, così come definito dalla L.R. 65/2014, andrà ad individuare le linee strategiche per lo sviluppo sostenibile del territorio, attraverso l’individuazione degli obiettivi  generali e specifici in relazione soprattutto: alle dimensioni massime sostenibili dei nuovi insediamenti e delle nuove funzioni previste all’interno del territorio urbanizzato; ai servizi ed alle dotazioni territoriali pubbliche necessarie per garantire l’efficienza e la qualità degli insediamenti e delle reti infrastrutturali;  agli indirizzi ed alle prescrizioni da rispettare per la qualità degli insediamenti; agli interventi di recupero paesaggistico-ambientale e  di riqualificazione e rigenerazione urbana degli ambiti caratterizzati da condizioni di degrado, ecc..

L’operazione avviata dalle Amministrazioni comunali, che porterà i cinque Comuni  dell’Unione ad avere per il prossimo futuro uno strumento  di pianificazione territoriale adeguato ai nuovi dettati normativi, in linea con il Piano di Indirizzo Territoriale e Paesaggistico della Regione e strategicamente uniforme per tutta la Media Valle del Serchio, sarà inoltre sostenuta dal contributo economico della Regione Toscana concesso  a seguito di uno specifico bando cui i Comuni, tramite l’Unione dei Comuni e l’Ufficio competente alla redazione del Piano Strutturale Intercomunale, ha partecipato proprio in vista della nuova funzione attribuita.

Dopo l'Avvio del Procedimento formale avvenuto il 30/12/2016, attualmente l’Ufficio sta lavorando alla documentazione ed agli adempimenti necessari per l'adozione che, salvo necessarie proroghe, dovrebbe avvenire entro fine 2017.

Si ricorda che Il Piano Strutturale non interviene direttamente sull’edificabilità dei singoli terreni che invece, nel rispetto degli obiettivi e delle prescrizioni dello stesso, saranno successivamente trattate dal Piano Operativo (ex Regolamento Urbanistico).

Per partecipare attivamente al procedimento e per avere tutte le informazioni si rimanda al sito interne appositamente dedicato : http://pianostrutturaleucm.altervista.org/

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

In vigore il NUOVO REGOLAMENTO EDILIZIO  ( vai all'area dedicata)

AVVISO IMPORTANTE: A seguito dell'adozione da parte della Regione Toscana del PIT con valenza di Piano Paesaggistico, dal 2 luglio 2014 i relativi contenuti hanno immediato effetto almeno come applicazione giuridica delle Salvaguardie e questo su tutti i vincoli paesaggistici che interessano il Comune di Borgo a Mozzano, non solo le aree Galasso, (fiumi, laghi e boschi ecc..), ma anche e soprattutto sui vincoli paesaggistici istituiti con un Decreto del Ministero. In questo Comune tali vincoli riguardano parte della frazione di Chifenti ( vedi estratto cartografia) e tutta la porzione di territorio situata sulla sinistra idrografica del  Serchio, comprendente anche le frazioni di Anchiano, Corsagna e Particelle ( vedi estratto cartografia). Quest'ultimo vincolo, istituito con DM del 17 luglio 1985, detto “Delle Ville Lucchesi”,  è stato introdotto nella cartografia redatta dalla Regione Toscana in accordo con il Mistero dei Beni Ambientali, precedentemente non era mai stata ufficializzata,  e costringe ad applicare il vincolo paesaggistico almeno a far data dall’adozione del nuovo P.I.T., con la conseguenza che tutti gli interventi edilizi che si realizzeranno nelle frazioni e nelle località situate all’interno della nuova area cartografata, saranno sempre soggette ad Autorizzazione paesaggistica indipendentemente dalla destinazione d’uso urbanistica dell’area o del fabbricato o dal fatto che sia area boscata, o a 150 mt. da corsi d’acqua tutelati. Pertanto anche i centri di Matrice antica e le ex zone A e B  di: Corsagna, Anchiano, Particelle sono soggetti al vincolo.
 
Si invita a consultare la documentazione completa adottata dalla Regione e disponibile al seguente link : http:// www.regione.toscana.it/-/piano-di-indirizzo-territoriale-con-valenza-di-piano-paesaggistico

 

IL PIANO STRUTTURALE

 

IL REGOLAMENTO URBANISTICO

 

APPROVATO CON LA DELIBERA DI G.C. N. 97 DEL 21/07/2015 IL RAPPORTO SUL MONITORAGGIO DELLO STATO DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ALL'ANNO 2014

 

APPROVATA la Terza variante al Regolamento Urbanistico approvato con delibera C.C. n. 46 del 25/10/2008 relativa all'adeguamento al P.R.A.E. della Cava Pedogna in frazione Partigliano

 

AGGIORNATI I VALORI DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI  I.CI. ED IMU (d.C.C. 14 del 30/05/2012) per maggiori dettagli ed informazioni visita l'apposita sezione  indicata nella colonna a destra

 

 

APPROVATA la prima variante parziale alla Normativa del Piano Strutturale e la quarta variante al Regolamento Urbanistico approvato con delibera C.C. n. 46 del 25/10/2008

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROCEDIMENTI URBANISTICI IN ITINERE SOGGETTI A PARTECIPAZIONE

nella sezione dedicata alla 

Partecipazione all'Urbanistica

torna indietro