Sociale e Sanitą

Siti tematici


Per informazioni


Home > Sociale e Sanitą > Ufficio Casa

Contributo Affitto

Bando annuale contributi affitto

Che cos'è

Sulla base di un fondo nazionale istituito nel 1998, il Comune ogni anno pubblica un bando per assegnare contributi economici finalizzati al parziale rimborso dei canoni di locazione.

 

A chi è rivolto

Al momento della presentazione della domanda, il richiedente deve dichiarare di avere i seguenti requisiti obbligatori:

  1. essere cittadino italiano o di uno Stato aderente all’Unione Europea. Al suddetto bando possono partecipare anche i cittadini di altri Stati o apolidi a condizione di essere in possesso di titolo di soggiorno in corso di validità di durata non inferiore ad un anno (D.lgs. 286/98) e residenti senza interruzioni da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella Regione Toscana (art. 11, comma 13, D.L. 112/2008, convertito dalla L. 133/2008);
  2. essere residente nel Comune di Borgo a Mozzano e nell’immobile per il quale si richiede il contributo;
  3. non essere conduttore di un contratto di locazione di un alloggio inserito nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (palazzi di eminenti pregi artistici e signorili);
  4. non essere titolare, assieme ai componenti del proprio nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su immobili ad uso abitativo ubicati nel territorio italiano o all’estero fatto salvo il caso di titolarità di proprietà assegnate in sede di separazione giudiziale al coniuge ovvero titolarità pro-quota di diritti reali dei quali sia documentata la non disponibilità. In caso di piena proprietà (100%), usufrutto, uso e abitazione su immobili ad uso abitativo di uno o più componenti del nucleo familiare, la domanda di partecipazione al presente bando non verrà accolta.ATTENZIONE: i cittadini non appartenenti all’Unione Europea (extracomunitari) dovranno, allegare alla domanda (e comunque entro e non oltre il 31 gennaio 2018), la certificazione delle autorità del Paese di origine oppure del Consolato o Ambasciata del Paese di origine in lingua italiana o tradotta in italiano nelle forme di legge che attesti che tutti i componenti il nucleo familiare non possiedono alloggi nel loro Paese. Sono esclusi dal richiedere la certificazione di cui sopra nel proprio paese di origine i cittadini extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno per “asilo politico”, “protezione sussidiaria” e per “motivi umanitari”. Tali nuclei dovranno solo autocertificarlo nella domanda al Bando contributo affitto 2017. Gli status di “asilo politico”, “protezione sussidiaria” e “motivi umanitari” devono essere chiaramente certificati nei relativi titoli di soggiorno.
  5. Non essere titolare, assieme ai componenti del proprio nucleo familiare, di beni mobili registrati il cui valore complessivo sia superiore ad € 25.000,00, ad eccezione dei casi in cui tale valore risulti superiore al suddetto limite per l’accertata necessità di utilizzo di tali beni per lo svolgimento della propria attività lavorativa.
  6. essere titolare di un contratto di locazione esclusivamente ad uso abitativo riferito ad un alloggio, di proprietà privata o pubblica, corrispondente alla propria residenza anagrafica e regolarmente registrato. Tale requisito non è richiesto nel caso in cui il contratto di locazione sia sottoscritto direttamente dal Comune in base ad un accordo con i proprietari degli immobili. In questo caso il contributo è calcolato sulla base dell’importo che il richiedente corrisponde per quell’immobile.
  7. essere in possesso di certificazione che attesti un valore ISE (Indicatore della Situazione Economica)  – calcolata ai sensi del DPCM 159/2013- non superiore a € 28.301,02.

 

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

La domanda, redatta su apposito modello da ritirarsi presso l’Ufficio Casa o presso l’Ufficio Urp del Comune dovrà essere sottoscritta dal richiedente sotto forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 e  s.m.i. e quindi presentata direttamente all’Ufficio Casa o spedita a mezzo raccomandata AR, con esclusione di qualsiasi altro mezzo, entro le ore 13.00 del giorno 30 agosto 2017.

Documenti da presentare

Documentazione da allegare per la presentazione della domanda

Copia del documento di identità del richiedente in corso di validità

Copia del contratto di affitto regolarmente registrato;

Se il cittadino è extracomunitario o apolide, copia del permesso di soggiorno di durata almeno annuale in corso di validità ( D.Lgs. 286/98)

Dati di cui essere in possesso al momento della presentazione della domanda:

Recapiti telefonici ed eventuali indirizzi mail;

In caso di redditi inferiori al canone dell’affitto comunicare i dati relativi a: denominazioni, codici fiscali, recapiti di persone o enti che forniscono aiuti economici alla famiglia;

In caso di possesso di beni mobili superiori a € 25.000,00 necessari allo svolgimento dell’attività lavorativa, comunicare documento di registrazione, attività svolta, luogo, denominazione e sede legale; 

Se presenti nel nucleo soggetti legalmente separati, comunicare gli estremi di riferimento della separazione;

Se presenti soggetti nel nucleo con handicap grave comunicare gli estremi di riferimento della certificazione di handicap grave di cui alle legge 104/1992 (art.3, c.3);

Se presenti soggetti nel nucleo con disabilità comunicare gli estremi di riferimento di invalidità riconosciuta uguale o superiore ai 2/3 (67%).

Per il cittadino extracomunitario o apolide se soggiornante ininterrottamente in Italia da almeno 10 anni o da almeno 5 anni in Toscana (ad eccezione di coloro che risiedono ininterrottamente nel Comune di Prato da almeno 5 anni), indicare i nominativi di tutti i Comuni e le Province di residenza precedente.

Integrazioni successive

Dal 1° al 31 gennaio 2018 gli ammessi al contributo dovranno presentare:

Attestazione di pagamento del canone annuale di locazione 2017, rilasciata dal proprietario dell'immobile unitamente a copia del documento di identità (in caso di impossibilità motivata a non poter produrre attestazione di pagamento del canone di affitto rilasciata dal proprietario, l’Amministrazione Comunale valuterà altra modalità alternativa consentita dalla legge);

Eventuali altre comunicazioni / integrazioni necessarie.

Moduli e istruzioni per le integrazioni

Tempi e iter della pratica

Elenco provvisorio ammessi ed esclusi

Il Comune provvede all’istruttoria delle domande verificandone la completezza, la regolarità, la rispondenza ai criteri del bando. L’elenco provvisorio degli ammessi ed esclusi identificati con il numero di protocollo è pubblicato all’Albo Pretorio sul sito del Comune e sulla pagina del bando dal 31 agosto al 15 settembre 2017.

Ricorso

L’eventuale ricorso avverso l’elenco provvisorio degli esclusi può essere presentato dal 31 agosto al 15 settembre 2017. Il ricorso dovrà essere presentando direttamente presso l’Ufficio Casa del comune di Borgo a Mozzano in Via Umberto I, 1, aperto nei giorni del martedì dalle 15,00 alle 17,30 e martedì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30. In sede di ricorso, i richiedenti che potranno sanare e/o perfezionare la domanda possono integrare la stessa con i documenti o le dichiarazioni mancanti.

Elenco definitivo ammessi ed esclusi

L’elenco definitivo ammessi ed esclusi viene pubblicato entro il 30 settembre 2017.

Sono distinte due fasce, A e B, in relazione alla tipologia di reddito attestata dalla certificazione ISE/ISEE.
Nel caso in cui le risorse finanziarie assegnate dalla Regione non siano sufficienti a coprire il 100% del fabbisogno, il Comune di Borgo a Mozzano si riserva di applicare eventuali riduzioni sulle quote teoriche spettanti e di effettuare la ridistribuzione delle risorse. Il Comune, come previsto dalla normativa vigente, può valutare se destinare o meno anche risorse per la fascia B.

Modulistica:

BANDO

DOMANDA

torna indietro