Il Comune

Siti tematici


Per informazioni


Home

Notizie

Rete per i piccoli Teatri della Valle del Serchio: Protocollo d'intesa siglato marted́ 28 febbraio scorso

Il Sindaco, Francesco Poggi, interviene sull'istituzione della Rete dei Teatri della Valle del Serchio, esprimendo soddisfazione per i risultati raggiunti ed indicando i principali obiettivi dell'Amministrazione nel settore teatrale, con uno occhio di riguardo alla formazione ed alla partecipazione giovanile.

 

Una rete di teatri, un cartellone unico di spettacoli ed eventi e un'attività culturale coordinata grazie al Protocollo di intesa firmato dal presidente della Provincia Stefano Baccelli e dai rappresentanti dei Comuni della Valle del Serchio che hanno aderito all'iniziativa e dal presidente della Provincia. Nasce così la Rete dei Teatri della Valle del Serchio che, per la prima volta, mette insieme l'attività del Teatro Alfieri di Castelnuovo Garfagnana, il Teatro dei Differenti di Barga, il Teatro Accademico di Bagni di Lucca, il Teatro Colombo di Valdottavo e il Teatro Alberto Bambi di Coreglia Antelminelli, coordinati dalla Provincia di Lucca.

Il documento è stato firmato dal presidente dell'amministrazione provinciale, Stefano Baccelli, dal sindaco di Borgo a Mozzano Francesco Poggi, dal sindaco di Coreglia Valerio Amadei, dal sindaco di Bagni di Lucca Giancarlo Donati, dal vicesindaco di Castelnuovo Garfagnana Angiolo Masotti, dal sindaco di Barga Marco Bonini, alla presenza del direttore organizzativo del Teatro Alfieri di Castelnuovo Garfagnana Battista Ceragioli, del direttore artistico di Opera Bazar Aldo Tarabella, dell'Avv. Alberto del Carlo, presidente della Fondazione Banca del Monte che ha finanziato il progetto insieme alla Regione Toscana e alla Provincia.

OBIETTIVI – Il protocollo si pone diversi obiettivi. Innanzi tutto la creazione di una rete tra i teatri della Valle del Serchio e l'istituzione di un nucleo di coordinamento di tutte le attività artistiche, culturali e organizzative dei diversi teatri della Valle del Serchio.

Verranno organizzate delle riunioni periodiche per individuare una strategia congiunta delle attività, prevedendo anche forme di gestione condivisa di spettacoli, eventi e manifestazioni, nell'ottica di una maggiore efficienza ed economicità delle stesse attività. Inoltre, ogni anno sarà stilato un piano di coordinamento dei diversi enti teatrali, così come sarà creato un cartellone unico degli spettacoli e degli eventi, valorizzando l'autonomia di programmazione dei singoli teatri, per ottimizzare e razionalizzare la fruibilità degli spettacoli nei diversi periodi dell'anno e incrementare il numero degli spettatori nei diversi teatri della Valle del Serchio.

SCOPI – Grazie a questo documento si vuole favorire la diffusione dell'informazione delle iniziative teatrali realizzate sul territorio, in modo tale da coinvolgere il maggior numero di cittadini di ogni provenienza e nazionalità. Saranno creati progetti in rete, destinati a coinvolgere le associazioni teatrali, le scuole e i Comuni della Valle del Serchio e verranno create sinergie per stimolare la formazione continua delle professionalità e maestranze del teatro. In questo modo si pongono le premesse le premesse per un grande polo teatrale, musicale e di danza che si occupi anche di gestire l'intero ciclo produttivo della realizzazione e rappresentazione di grandi eventi, valorizzando i talenti del territorio lucchese.

COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO – Verrà istituito un comitato tecnico-scientifico formato da un rappresentante della Provincia e da un rappresentante per ogni teatro firmatario del protocollo. L'attività di questo comitato potrà essere aperta a personale tecnico-artistico necessario sulla base delle richieste dei membri.

(2-03-2012)

torna indietro