Territorio, Ambiente e Sicurezza

Siti tematici


Per informazioni


Home > Territorio, Ambiente e Sicurezza > Assetto del Territorio e Ambiente > Ambiente

Aria

ATTENZIONE:  La validità dell'ordinanza n. 288 del 27/12/2016 è prorogata fino al 3/01/2017 compreso

 

ordinanza n. 290 del 30/12/2016

 

Invito "Forte" a moderare l'utilizzo della legna nei caminetti aperti

 

per il periodo dal 27/12/2016 al 31/12/2016 compresi

 

A seguito dei successivi e ripetuti superamenti del limite di legge per il PM10 registrati nella scorsa settimana dalla centralina di rilevamento posizionata Fornoli, ARPAT ha comunicato il raggiungimento del livello di attenzione che fa scattare l'obbligo di attuazione delle misure contingibili ed urgenti previste dal Piano di Azione Comunale (PAC) approvato dal Comune nel giugno scorso.

Il Sindaco, a tutela della salute dei cittadini, ha pertanto dovuto emanare una ulteriore ordinanza, la n. 288 del 27/12/2016, rispetto a quella già in vigore dal 1/11/2016 al 31/03/2017, con la quale per 5 giorni consecutivi, fino al 31/12/2017, salvo il proseguire della criticità, prevede:

 

1. di moderare l’utilizzo di legna in caminetti aperti a meno che questo non sia l'unica fonte di  riscaldamento dell'abitazione.

 

2. di spegnere il motore dei veicoli in sosta prolungata (ai passaggi a livello ferroviari, semafori stradali, e per qualsiasi altro motivo di sosta prolungata) in particolare per veicoli commerciali e autobus.

 

Il divieto di cui sopra, come stabilito già per l'ordinanaza n. 240 del 3/11/2016 che vieta l'accensione di fuochi all'aperto, non si applica nelle aree collinari e montane del territorio comunale poste a quota maggiore di 200 metri s.l.m.

 

Divieto di accensione di fuochi all'aperto per la combustione di residui vegetali (sfalci, potature, ecc)

Per il periodo compreso dal 1 novembre 2016  al 31 marzo 2017

 

Si rende noto che, in applicazione di quanto previsto dalla Delibera Giunta Regionale Toscana n. 814 del 01/08/2016, per la riduzione delle emissioni di polveri sottili (PM10) nelle aree a rischio di superamento dei valori limite di Legge, così come individuate dalla Delibera di Giunta Regionale Toscana n. 1182 del 09/12/2015, è fatto divieto, “per il periodo compreso dal 1 Novembre 2016 al 31 Marzo 2017 di accensione di fuochi liberi all'aperto per la combustione di materiale quali sfalci, potature, biomasse legnose, e di qualsiasi altro materiale di origine vegetale”.

 

Il divieto non si applica nelle aree collinari e montane del territorio comunale poste a quota maggiore di 200 metri s.l.m.

 

In caso di mancata osservanza del divieto, istituito con l’ordinanza n. 240 del 03/11/2016, sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria ai sensi dell’art. 7-bis del D.Lgs. 267 del 18/08/2000 e le altre sanzioni di settore eventualmente applicabili, fatta salva l’applicazione dell’art. 650 del codice penale.

 

Per una più precisa individuazione delle aree dove vige o non vige il divieto in relazione alla quota sopra il livello mare, si rimanda alla cartografia delle aree interessate.

La documentazione è disponibile anche presso l’Ufficio Ambiente del Comune dove potranno essere richieste tutte le ulteriori necessarie informazioni, nei giorni e negli orari di apertura al pubblico degli uffici (Martedì 8.00-12.00 e 15.00-17.00; Venerdì 9.00-13.00).

 

SI RICORDA

 

Che attualmente è possibile per gli utenti privati conferire i residui vegetali, senza costi aggiuntivi e senza limiti quantitativi, presso la stazione ecologica situata in loc. Pastino, via Lodovica (Diecimo), aperta al pubblico nei giorni di Martedì e Sabato, con orario 8:00-13.00, e Giovedì con orario 8.00-13.00 / 15.00-18.00.

 

 

 Con la delibera di Giunta Comunale n. 65 del 28/06/2016 Il Comune di Borgo a Mozzano ha adottato, congiuntamente al Comune di Bagni di Lucca, il Piano di Azione Comunale contenente le misure strutturali e contingibili da adottare ai fini della riduione delle amissioni di inquinanti nell'atmosfera, in particolare PM10.
IMPORTANTE: Anche il Comune di Borgo a Mozzano inserito nell'elenco delle aree critiche per la qualità dell'aria da PM10

Relativamente ai valori limite e alle soglie di allarme definiti per la qualità dell’aria ambiente, la Regione Toscana, con DGR n.1182 del 09-12-2015 "Nuova identificazione delle aree di superamento, dei Comuni soggetti all'elaborazione ed approvazione dei PAC e delle situazioni a rischio di superamento, ai sensi della l.r. 9/2010. Revoca DGR 1025/2010, DGR 22/2011" (scaricabile all'indirizzo:
http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/DettaglioAttiG.xml?codprat=2015DG00000001488 ) ha aggiornato l'elenco dei Comuni soggetti all'approvazione dei Piani di Azione Comunale (PAC) inserendovi le porzioni del territorio regionale in cui è stato rilevato almeno un superamento del valore limite o del valore obiettivo negli ultimi cinque anni per una o più sostanze inquinanti.

I dati di campagne di misura effettuate da ARPAT negli ultimi 5 anni con Mezzo Mobile 2 collocato a Fornoli mostrano come per questa area ci siano stati nel 2011, 2012, 2013 superamenti del valore limite giornaliero (50 μ g/m3) per il PM10 superiori ai 35 ammessi nell'arco dell'anno solare (55 superamenti registrati nel 2011; 50 nel 2012; 45 nel 2013 – nel 2014 e nel 2015 invece, per la prima volta, sono stati rispettati i limiti di legge).

Conseguentemente, limitatamente alla zona valliva, il Comune di Bagni di Lucca e, in via cautelativa e in considerazione della contiguità territoriale, il Comune di Borgo a Mozzano, come indicato negli allegati 1 e 3 della DGR citata, devono predisporre il proprio Piano di azione Comunale (PAC) sia per gli interventi di tipo strutturale che di tipo contingibile.

Pertanto, considerata la nuova identificazione del nostro Comune come “critico” per quanto riguarda la qualità dell’aria relativamente al materiale particolato fine PM10, si invita tutta la cittadinanza a tenere da subito comportamenti virtuosi per ridurre le emissioni di materiale particolato, con particolare riguardo all’accensione di fuochi liberi all’aperto e all’uso di legna in caminetti e stufe.

Per valutare la situazione della qualità dell'aria e prendere visione dei relativi bollettini emessi da ARPAT si rimanda al sito dell'Agenzia alla pagina

http://www.arpat.toscana.it/temi-ambientali/aria/qualita-aria/

torna indietro